Prodotti

Produzione giunti rotanti per applicazioni con acqua, olio diatermico e refrigeranti

 

 

 

 

Giunto rotante serie R/RH

Idoneo per applicazioni con acqua, olio e aria
Settori: tessile, gomma e plastica, farmaceutico, alimentare e agricoltura
Temperatura max 180°C
Velocità max 3.000 g/min
Pressione max 50bar

 

Giunto rotante serie Z

Idoneo per applicazioni con olio diatermico ad alta temperatura
Settori: plastica e gomma
Temperatura max 300°C
Velocità max 500 g/min
Pressione max 35bar

 

Giunto rotante serie G

Idoneo per applicazioni con aria, acqua, liquidi refrigeranti e olio idraulico
Settori: macchine utensili, alimentare e agricoltura
Temperatura max 120°C
Velocità max 50.000 g/min
Pressione max 200bar

 

Giunto Personalizzato

Idoneo per qualsiasi tipo di applicazione e settore

 

Giunto serie RHB

Idoneo per applicazioni con acqua e olio diatermico ad alta temperatura
Settori: chimico e farmaceutico, plastica e gomma
Temperatura max 400°C
Velocità max 3000 g/min
Pressione max 50bar

 

Giunto rotante BCI

Idoneo per applicazioni con acqua
Settori: siderurgico
Temperatura max 121°C
Velocità max 25 g/min
Pressione max 10bar

 

GIUNTO ROTANTE R/RH IN ACCIAIO INOX

Il giunto rotante R/RH può essere realizzato anche in acciaio inossidabile 316L per applicazioni specifiche
con materiali abrasivi, glicole, fluidi con cristalli di zucchero o materiali che richiedono certificazioni FDA o ATEX.
Temperatura max 180°C
Velocità max 3.000 g/min
Pressione max 50bar

 
 

COS’È UN GIUNTO ROTANTE?

Un giunto rotante è un dispositivo di tenuta che collega una parte rotante a tubazioni fisse per il trasferimento di vapore, acqua, olio diatermico, refrigerante, olio idraulico, aria e altri fluidi. I giunti rotanti possono essere progettati con più passaggi e gestire più tipi di fluido contemporaneamente. In questi casi, viene utilizzata una guarnizione morbida come un O-ring per evitare che i fluidi trafilino in un altro passaggio. I giunti rotanti multi-passaggio sono utilizzati in molti settori e applicazioni tra cui petrolio e gas, alimenti e bevande, aerospaziale, robotica e dispositivi medici. In alcune applicazioni, il giunto rotante è dotato di collettori di scorrimento per la trasmissione di segnali elettrici e di energia idraulica.
I giunti rotanti utilizzano una tenuta a molla per impedire che il fluido, liquido o gassoso, venga disperso nell'ambiente. Il fluido o il gas in molte applicazioni serve a creare uno scambio termico nel prodotto in lavorazione. Ad esempio, vapore per asciugare la carta, acqua per raffreddare i rotoli su cui vengono prodotte le billette metalliche, acqua calda per riscaldare i granulati di plastica e acqua fredda per raffreddare il film plastico. In tutti questi casi il giunto rotante ha una tenuta meccanica, che è il cuore del giunto rotante ed è bilanciata o sbilanciata. Con una tenuta meccanica sbilanciata, la molla viene utilizzata nel giunto rotante per mantenere la sede interna iniziale e il giunto rotante viene sigillato a pressione una volta in funzione. Il servizio a bassa pressione o vuoto si basa sulla forza della molla per creare la tenuta. I giunti rotanti possono essere autoportanti con l'uso di una guida interna in grafite o supportati dall'esterno mediante aste o staffe di montaggio.

I giunti rotanti a tenuta bilanciata vengono generalmente utilizzati con fluidi liquidi (ad es. acqua, refrigerante, ecc.), Ma possono essere utilizzati anche con vapore e altri gas. La tecnologia di tenuta bilanciata si basa sull'ottimizzazione della pressione della molla per creare la tenuta all'interno del giunto rotante. La pressione di esercizio del fluido ha un effetto minimo, se non nullo, sul carico di tenuta. Le tenute bilanciate sono tipicamente tenute a faccia piana e i giunti rotanti sono supportati da cuscinetti a sfera.
Le guarnizioni sono i principali componenti soggetti ad usura di un giunto rotante e di un giunto rotante. Durante il funzionamento, le tenute possono subire forze di carico interne dovute alla pressione del fluido, nonché attrito dal contatto tra le facce di tenuta. Anche i fattori correlati alla velocità della macchina, alla temperatura e ai fluidi utilizzati possono influire sulla durata dell'anello di tenuta. Un giunto rotante è considerato efficiente in funzione della qualità della tenuta. Le guarnizioni di scarsa qualità si consumano naturalmente più rapidamente, con un conseguente aumento dei costi di manutenzione, inattività e riparazione. Quando una tenuta si rompe, il fluido fuoriesce e l'efficienza dell'intero processo di riscaldamento o raffreddamento ne risente. Tutto ciò rende il costo effettivo di sostituzione della guarnizione solo una piccola parte del costo totale del malfunzionamento.
I fluidi influenzano il tipo di tenuta meccanica richiesta. Alcuni fluidi come l'aria non sono ottimi lubrificanti. In tal caso vengono spesso utilizzati due materiali di tenuta che in combinazione creeranno una lubrificazione tra le facce di scorrimento. In altri casi, come l'acqua o l'olio, il fluido creerà un film lubrificante molto sottile che ridurrà l'usura delle facce di tenuta.
Le guarnizioni spesso non sono realizzate con gli stessi materiali di tenuta: di solito c'è un materiale più duro e uno relativamente più morbido, che aiuteranno le facce della tenuta ad adattarsi all'usura reciproca durante la loro vita e a rimanere ben chiuse. Possono essere utilizzati anche due materiali di tenuta dura come il carburo di silicio e il carburo di tungsteno. Due materiali più duri sono molto utili per l'acqua che contiene particelle di sporco, ad esempio acqua non filtrata. Per la longevità del giunto rotante i fluidi filtrati danno i migliori risultati.